Con “i3-mechatronics” nel futuro di Industria 4.0

Subito dopo il lancio europeo di “i3-mechatronics”, in occasione di SPS IPC Drives Italia Yaskawa presenterà il suo concetto di Industria 4.0: questo approccio integrativo include prodotti “best in class” nei campi della robotica, delle tecnologie di azionamento e controllo e delle soluzioni software che possono essere utilizzate in modo integrato, intelligente ed innovativo.

di Lorenzo Benarrivato

Con il concetto di soluzione “i3- mechantronics”- dove “i3” sta per integrato, intelligente e innovativo, Yaskawa combina meccatronica classica, ICT e soluzioni digitali come l’intelligenza artificiale, i Big Data e l’Internet of things. I dati di processo e di sistema rilevanti vengono raccolti in tempo reale in un database scalabile, quindi analizzati e visualizzati in tempo reale direttamente nella dashboard “Yaskawa Cockpit”. Allo stesso tempo, lo stato attuale di ogni macchina può essere mappato in tempo reale e correlato con altre fonti di dati, per una manutenzione predittiva coordinata. Inoltre, i dati possono essere trasferiti senza problemi con la garanzia di un elevato standard di sicurezza, ad ambienti ERP, MES, Big Data o AI predefiniti, per favorire decisioni maggiormente consapevoli e fondate.

Soluzioni per requisiti tecnici specifici dell’Industria 4.0
In occasione di SPS IPC Drives Italia, Yaskawa si è impegnata nell’informare il pubblico sui requisiti tecnici concreti dell’Industria 4.0. Le soluzioni di automazione pratiche e all’avanguardia soddisfano quattro aspetti fondamentali delle esigenze di produttori e operatori di macchinari: funzionamento e messa in servizio semplificati, connettività senza interruzioni con l’intero impianto, funzioni di sicurezza estese e massima efficienza in termini di consumo energetico e spazio.
Yaskawa fornisce ai costruttori di impianti e agli utenti degli strumenti per la gestione di diverse esigenze nel campo della tecnologia di azionamento, della robotica e dell’automazione, come la configurazione e la messa in servizio dei macchinari. Per esempio, nel caso degli inverter GA700 le funzionalità software integrate e una procedura guidata di installazione interattiva semplificano la messa in servizio e il funzionamento. Per l’inserimento all’interno di impianti con più macchine sono disponibili interfacce per tutti i fieldbus più comuni. In particolare: Ethernet/IP, Profibus, Profinet, EtherCAT, Powerlink, CANopen, DeviceNet, CC-Link e YASAKAWA-Bus MECHATROLINK. Inoltre, gli inverter dispongono di un’interfaccia integrata RS-485 e consentono di collegare componenti smart.
Il servosistema Sigma-7 nella sua attuale versione offre funzioni di sicurezza integrate ed è in conformità con i requisiti EN IEC 61508 SIL 3 e PL-e. La funzione STO (Safe Torque Off / Spegnimento sicuro di coppia) è integrato di serie in tutti i servoamplificatori di questa famiglia. Per requisiti ancora più stringenti, le funzioni di sicurezza SS1, SS2 e SLS sono disponibili come modulo aggiuntivo per diversi modelli Sigma-7. L’attuale generazione di inverter è stata completamente riconcepita e ottimizzata per la massima praticità anche dal punto di vista strutturale: la superficie di montaggio dei nuovi dispositivi è fino al 50% più piccola rispetto ai precedenti modelli analoghi. Le varianti della serie GA700 rappresentano quindi sul mercato i più compatti inverter di questa classe.

Robot industriali in ambienti di Industria 4.0
Inoltre Yaskawa ha dimostrato, ancora una volta, il contributo che robot industriali evoluti possono portare in ogni fase dei processi di lavorazione. Tra gli highlights dell’evento, il tema della collaborazione uomo-robot trovava la sua esemplificazione nel cobot Motoman HC10, il collaborativo sviluppato da Yaskawa per massimizzare produttività e sicurezza in compresenza con gli operatori. Un’esclusiva demo offriva ai visitatori un assaggio delle capacità operative, della versatilità e della facilità di impiego di questi dispositivi, anche in un’applicazione molto diversa da quelle più tradizionalmente gestite dai sistemi robotizzati.
Un ulteriore esempio applicativo basato sull’impiego di dispositivi della serie Motoman GP permetteva inoltre di apprezzare la velocità e il contributo che i robot possono portare nelle attività generiche e di movimentazione, anche in ambienti gravosi.
Infine, in visitatori hanno potuto approfondire alcuni aspetti dei vantaggi ottenibili dai programmi di service dell’azienda, volti ad affiancare l’utente in tutte le sue necessità operative – dall’installazione all’avviamento, dalla manutenzione ordinaria alla riparazione e alla ricambistica – anche mediante sistemi di monitoraggio da remoto, per permettere di concentrarsi sulla produzione dimenticandosi degli aspetti manutentivi legati al day by day.
Presso lo stand YASKAWA era infine rappresentata l’azienda partner italiana ZF Italia srl. Le peculiarità uniche dei loro prodotti – inverter, motion controller e servosistemi di Yaskawa, riduttori epicicloidali e cambi a due velocità ZF-Duoplan – unite alla pluriennale esperienza nel campo dell’automazione industriale, con competenze di meccatronica, meccanica, elettronica, software engineering, hanno reso ZF Italia e Yaskawa fornitori di riferimento sia per l’industria delle macchine da lavorazione a controllo numerico sia per quella delle macchine automatiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.