Lo Swedish Steel Prize 2018 parla italiano

L’azienda italiana Mantella S.r.l. ha ricevuto l’importante premio per il design più innovativo con utilizzo di acciaio ad alte prestazioni grazie a Stratosphere 3.0, un semirimorchio ribaltabile, con lo stesso peso del telaio in alluminio ma con proprietà meccaniche superiori.

di Agnese Bispuri

Lo scorso 24 maggio, in occasione della tradizionale tre giorni di seminari e visite organizzate presso la sede SSAB in Svezia, è stato assegnato lo Swedish Steel Prize 2018. Arrivato alla 19° edizione, questo riconoscimento, che premia prodotti, metodi e processi innovativi che utilizzano al meglio gli acciai altoresistenziali, è stato consegnato all’italiana Mantella S.r.l., una delle quattro finaliste insieme all’italiana CTE S.p.A, la finlandese JAK-Metalli Oy e l’australiana Trufab Global.
Mantella era stata nominata per il suo semirimorchio ribaltabile Stratosphere 3.0, che offre ai clienti un telaio con lo stesso peso di uno in alluminio, ma con proprietà meccaniche superiori. Infatti, questo semirimorchio vanta un’eccellente resistenza all’usura, una maggiore resistenza alla fatica e una riduzione del peso di circa il 30% rispetto al telaio precedente.
“Abbiamo creato il semirimorchio ribaltabile più forte, più leggero, più efficiente e più bello che ci sia sul mercato mondiale. In linea con la missione della nostra azienda, abbiamo ottenuto risultati molto interessanti”, afferma Gregorio Mantella, Responsabile di stabilimento di Mantella.

Prestazioni maggiori con lo stesso carico di lavoro
Il telaio è realizzato interamente in acciaio altoresistenziale con travi formate a Z al posto del classico profilo saldato a I. L’eliminazione delle travi saldate offre importanti miglioramenti in termini di resistenza alla fatica ed efficienza produttiva. Assicura inoltre un aumento della capacità di carico, pur mantenendo un peso ridotto. Inoltre, il cassone dello Stratosphere 3.0 è realizzato in acciaio resistente all’usura e garantisce quindi un’eccellente durata nel tempo. Lo confermano gli utilizzatori di questo innovativo semirimorchio che, con lo stesso carico di lavoro dei modelli precedenti, hanno già verificato sul campo la possibilità di aumentare il carico utile, avere una maggiore stabilità su strada a pieno carico e una significativa riduzione del consumo di carburante e pneumatici.
“Nel 2015 abbiamo iniziato a studiare le possibilità di sfruttare alcune tipologie di acciai altoresistenziali ad alte prestazioni nei telai dei semirimorchi, con risultati eccellenti in termini di peso e durata. Resistenza e leggerezza sono le caratteristiche che contraddistinguono i nostri veicoli. La partnership con SSAB ci ha permesso di ottenere veicoli dal design elegante, ad alte prestazioni, leggeri e resistenti, senza dimenticare l’aspetto estetico” afferma ancora Gregorio Mantella. “Mantella ha creato un design unico, che rappresenta una generazione completamente nuova di soluzioni per cassoni ribaltabili e cassoni. Il lavoro di progettazione specializzato, i metodi di produzione intelligenti e lo sfruttamento completo dei vantaggi dell’acciaio altoresistenziale e resistente all’usura lo hanno reso possibile” ha affermato Eva Petursson, Presidente della giuria dello Swedish Steel Prize e responsabile del reparto di ricerca e sviluppo strategico di SSAB.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.