Alta qualità di taglio su qualsiasi spessore

Proseguendo nel suo percorso di espansione, la specialista nella lavorazione lamiere conto terzi SALL, con sede a Lugo (RA), ha aggiunto al suo parco macchine il sistema di taglio laser in fibra ENSIS 3015 AJ di Amada. Grazie all’innovativa tecnologia sviluppata dal costruttore giapponese, in grado di regolare il fascio a seconda dello spessore della lamiera, SALL può incrementare l’efficienza produttiva soprattutto (ma non solo) nella lavorazione di lamiere con spessori importanti, vero core business dell’azienda.

di Fabrizio Cavaliere

L’ultimo nostro incontro con SALL, ormai poco più di un anno e mezzo fa, era coinciso con un importante investimento dell’azienda romagnola, specializzata nella lavorazione lamiere conto terzi, nell’ambito del taglio plasma bevel. Dopo aver scollinato, proprio lo scorso anno, i primi 50 anni di storia, SALL sembra continuare nel suo percorso di espansione, come dimostra un ulteriore investimento tecnologico che segna il suo ingresso nel mondo del taglio laser in fibra.
“La scelta della macchina di taglio laser ENSIS 3015 AJ di Amada è stata fatta dopo lunghe riflessioni su tanti aspetti: dalle prestazioni al layout fino alle caratteristiche della sorgente di taglio”, ci racconta l’ingegner Valentina Paganelli, alla guida dell’azienda insieme al padre Primo e alla madre, Loredana Zani. “In origine, pensavamo di sostituire una delle due macchine di taglio con tecnologia CO2 che abbiamo in officina fin dall’inizio degli anni 2000, ma poi abbiamo deciso di aggiungere il nuovo impianto senza smantellare nessuno di quelli esistenti. E abbiamo potuto farlo perché la macchina Amada, con sorgente da 3 kW, ci ha soddisfatto sia in termini strettamente prestazionali, sia come compattezza, dal momento che non avevamo molto spazio a disposizione in officina. Semplificando, possiamo dire che il sistema Amada ci ha permesso di fare un passo più graduale verso la tecnologia in fibra, dandoci la possibilità di testarla sulla nostra produzione e cercare di capire se possiamo non solo affrontare nuovi mercati, ma anche rafforzare la nostra posizione in lavorazioni che conosciamo bene”.

Tagliare in fibra spessori elevati senza pregiudicare la qualità
La specializzazione di SALL riguarda soprattutto la lavorazione di lamiere con spessori importanti, dai 6 mm in su. Grazie alla tecnologia ENSIS, tuttavia, la macchina Amada
può essere utilizzata per processare sia spessori elevati che lamiere con spessori inferiori. “Per poterci distinguere sul mercato – afferma Loredana Zani – dobbiamo essere in grado di effettuare lavorazioni complesse, quindi eseguire, per esempio, smussi o fori in modo altamente efficiente e con un elevato livello di qualità e affidabilità”.
La macchina di taglio laser in fibra Amada, dotata di una sorgente di taglio con potenza da
3 kW, è in grado di tagliare lamiere con spessori fino a 20 mm con un consumo di energia inferiore rispetto a un sistema CO2. Inoltre, grazie alla tecnologia ENSIS è possibile variare il mode a seconda dello spessore della lamiera da tagliare, superando i limiti del laser in fibra nel taglio di spessori elevati in termini di perpendicolarità e concavità di taglio, a tutto vantaggio della qualità del taglio stesso.
“Invece di aumentare la potenza – spiega l’ingegner Paganelli – Amada ha scelto di seguire un’altra direzione, che consente una qualità di taglio elevata anche su spessori importanti senza, appunto, incrementare l’amperaggio della sorgente laser”.

La macchina è automatizzata e “Industry 4.0-ready”
“Avendo sviluppato una propria sorgente, Amada ha una conoscenza approfondita del sistema di taglio, inteso come somma delle sue varie componenti”, prosegue Loredana Zani. “I parametri di utilizzo forniti dal costruttore sono perciò praticamente ottimali e devono soltanto essere leggermente adattati alla tipologia del materiale da processare”. Parlando di prestazioni, più che alla velocità di taglio in SALL sono interessati alla pulizia del taglio stesso, alla minimizzazione delle imperfezioni e, di conseguenza, alla qualità del taglio. “Non serve tagliare velocemente se poi i pezzi non sono perfetti e devono essere ripresi per essere sottoposti ad altre operazioni”, spiega Primo Paganelli. “Lavorando per lo più lamiere con spessori elevati – 10, 12 ma anche 15 mm – il sistema ENSIS da 3 kW di Amada garantisce prestazioni paragonabili a impianti con potenze superiori senza tuttavia generare un aumento dei consumi. Questo ci permette di essere davvero concorrenziali con un investimento giustamente proporzionato”. La macchina Amada è ovviamente predisposta per l’interconnessione con il sistema informativo aziendale, così da rendere più semplice la comunicazione dei dati di produzione – “Industry 4.0-ready”, in altre parole – con possibilità di ulteriori implementazioni sul versante della tracciabilità dei pezzi.
E sempre a proposito di automazione, continua l’ingegner Valentina Paganelli, “la macchina ha un sistema di carico/scarico automatizzato, costituito da due torri, per un totale di 17 cassetti, configurabili a seconda del tipo di lavorazione da eseguire. Il sistema Amada preleva in maniera indifferente i fogli di lamiera da una o dall’altra torre, gestendo in autonomia il cambio di cassetti. Una caratteristica, quella dell’automazione, assolutamente imprescindibile al giorno d’oggi”.