Cinque “tagli” laser e due soluzioni di automazione

Yamazaki Mazak porterà alla prossima EuroBLECH di Hannover cinque sistemi di taglio laser e due nuove soluzioni di automazione. In particolare, su tutti, spiccano i sistemi con sorgente laser a diodo diretto, la OPTIPLEX 3015 6 kW DDL, ideale per tagliare lamiere medie e spesse e la recente FG-220 DDL 4 kW, una nuova versione delle Fabri Gear per il taglio di tubi e condutture.

di Paolo Santini

Alla prossima EuroBLECH di Hannover, Yamazaki Mazak porterà cinque macchine all’avanguardia per il taglio laser e due soluzioni di automazione. In particolare, al centro dell’attenzione ci sarà il nuovo modello della OPTIPLEX 3015 6 kW DDL (Laser a Diodo Diretto), una macchina ad alta velocità e ad alta precisione che offre agli utenti laser un deciso cambiamento in termini di prestazioni di taglio. La OPTIPLEX 3015 è un sistema di taglio dotato di un potente risonatore da 6 kW, ideale per tagliare lamiere medie e spesse. Questa sorgente permette di tagliare velocemente sia acciaio inossidabile che alluminio ed è più veloce fino al 15% in più rispetto al suo corrispettivo laser in fibra da 6 kW. Questa macchina altamente efficiente è disponibile anche come parte della serie OPTIPLEX 4020. Ma soprattutto, la nuova macchina DDL garantisce un taglio stabile di materiali sia sottili che spessi – grazie all’utilizzo del controllo del diametro del fascio, delle Funzioni di Monitoraggio Intelligente (IMF) e delle Funzioni di Configurazione Intelligente (ISF). Tutto questo si unisce per assicurare una produttività senza precedenti, superiore di circa il 15% rispetto alle macchine da 4 kW. Questa macchina offre degli altissimi livelli di qualità del taglio, in particolare con l’acciaio dolce spesso essendo in grado di produrre bordi molto lisci. La OPTIPLEX 3015 è anche dotata di una torcia multicontrollo e del nuovo MAZATROL PreviewG.

Sorgente DDL anche per il taglio di tubi e barre
Insieme a questa macchina DDL ci sarà la recente FG-220 DDL 4 kW, una nuova versione delle popolarissime macchine dell’azienda per il taglio di tubi e condutture, ma con un laser a diodo diretto. La nuova macchina è progettata per ottenere il massimo della produttività – utilizzando un approccio alla foratura ad alta velocità in grado di migliorare la velocità di taglio fino al 20% rispetto ai laser CO2, su materiali sia sottili che medio-spessi. La nuova macchina FG-220 DDL è in grado di tagliare materiali altamente riflettenti come rame e ottone, ed è anche ideale per tagliare lunghi materiali strutturali – tubi tondi, quadrati e rettangolari o travi a H, I e L. La FG-220 DDL è progettata per fornire il massimo della facilità di utilizzo – con funzioni come il riavvio veloce del programma, costi di esercizio ridotti grazie al risonatore inferiore, minori consumi di energia dell’unità di raffreddamento e una totale mancanza di necessità di gas laser. La macchina laser è inoltre dotata del sistema CNC Mazak FX.

Ingombro ridotto e layout compatto
Allo stand ci saranno anche le versioni da 10 e 8 kW dei laser OPTIPLEX FIBER III. Nello specifico, la versione da 8 kW sarà dotata del sistema di automazione Smart Cell di Mazak, sviluppato per completare le macchine nel portafoglio laser di questo colosso nipponico. Il sistema Smart Cell ha un ingombro ridotto e un layout compatto, con un design ergonomico che garantisce un migliore accesso e una grande facilità di funzionamento. La cella di automazione può essere programmata offline e, quando è in funzione, offre un rapporto dettagliato sullo stato di produzione e di operatività, una rilevazione automatica della separazione delle parti e una cinetica dinamica per calcolare il peso e ottimizzare la velocità. Ma soprattutto, il sistema Smart Cell offre agli utenti laser una soluzione pronta per l’Industria 4.0, con un’interfaccia aperta in grado di favorire un’ulteriore espansione e un’opzione per le soluzioni robotizzate.

Quanta produttività nel taglio dell’inox e dell’alluminio
L’ultima macchina presente alla fiera sarà una OPTIPLEX NEXUS 3015 FIBER da 6 kW, dotata di un sistema di automazione Fasani CST. La 3015 FIBER è attrezzata per garantire una maggiore produttività durante il taglio dell’acciaio inossidabile e dell’alluminio, ed è anche in grado di tagliare ad azoto l’acciaio dolce più spesso. La macchina è dotata di una vasta gamma di funzioni di monitoraggio e di controllo che migliorano la produttività e la qualità del taglio – fra cui un taglio stabile delle travi sia sottili che spesse con controllo del diametro della trave, un taglio ottimizzato grazie alle Funzioni di Monitoraggio Intelligente e dei tempi di configurazione ridotti grazie alle Funzioni di Configurazione Intelligente. La macchina è dotata di un sistema di automazione CST – che consiste in una singola torre montata sopra il banco laser, con un massimo di 13 cassetti distinti per il carico del materiale grezzo e lo scarico dei pezzi lavorati. Questo sistema di automazione usa un sistema a ventose per caricare e scaricare i pezzi di lavoro, con una capacità di carico massima di 3.000 kg per cassetto. Gaetano Lo Guzzo, direttore della divisione Laser Business Europe di Yamazaki Mazak, ha commentato: “EuroBLECH è la più importante fiera industriale sul laser in Europa, e siamo molto orgogliosi di poter portare ad Hannover questa gamma eccezionale di nuove macchine e attrezzature. Il motto di quest’anno è “velocità”, e nello specifico, la OPTIPLEX DDL ne è l’esempio perfetto, con il suo potente laser da 6 kW e la capacità di combinare la tecnologia di taglio laser con i sistemi di automazione, in modo da garantire una soluzione integrata per il taglio e la gestione della macchina in grado di portare la produttività a un livello superiore”.