È scomparso Berthold Leibinger

Il professor Berthold Leibinger è morto a Stoccarda lo scorso, 16 ottobre 2018, a seguito di una lunga malattia. Avrebbe compiuto 88 anni il 26 novembre. Dopo aver concluso gli studi di ingegneria Meccanica a Stoccarda e aver trascorso due anni negli Stati uniti, nel 1961 Berthold Leibinger era entrato a far parte di TRUMPF, che allora era una piccola fabbrica produttrice di macchine. Per le sue numerose invenzioni, realizzate nell’interesse dell’azienda, aveva ricevuto azioni della società e, nel 1966, era divenuto socio e contemporaneamente amministratore delegato. Sotto la sua guida, TRUMPF è diventata uno dei principali produttori di macchine utensili al mondo. Leibinger aveva intuito il potenziale dello strumento luce come nessun altro e per questo è considerato uno dei pionieri del laser nelle applicazioni industriali.

Nel 2005, Berthold Leibinger, che ha avuto tre figli, ha affidato le redini dell’azienda alla figlia maggiore, la dottoressa Nicola Leibinger-Kammüller. Suo figlio, il dottor Peter Leibinger, è vice presidente del Consiglio di amministrazione, mentre l’altra figlia, la professoressa Regine Leibinger, lavora come architetto a Berlino. Oltre al suo lavoro in TRUMPF, Berthold Leibinger ha anche ricoperto numerose posizioni nella comunità imprenditoriale tedesca. Tra queste, citiamo la sua appartenenza ai Consigli di sorveglianza di Deutsche Bank AG e BMW AG e la sua nomina a presidente del Consiglio di sorveglianza di BASF SE. È stato presidente della Camera dell’industria e del commercio di Stoccarda e, dal 1990 al 1992, presidente dell’Associazione tedesca dei costruttori di macchine e impianti (VDMA). Leibinger è stato attivo nel sostenere iniziative culturali e sociali, per esempio nel suo ruolo di presidente dell’Archivio tedesco della letteratura di Marbach e presidente dell’Accademia Internazionale Bach. È stato anche membro dell’Unione Cristiano Democratica della Germania (CDU). Nel 1992, Leibinger ha fondato la Berthold Leibinger Stiftung, una fondazione senza fini di lucro che destina i suoi proventi a scopi culturali, scientifici, religiosi e caritatevoli. Nel 2000, la fondazione ha istituito il Berthold Leibinger Innovation Prize, riconosciuto a livello internazionale, che viene assegnato una volta ogni due anni e presenta il Comic Book Award su base annuale.

Berthold Leibinger era un ingegnere appassionato e un imprenditore. Tutto ciò che ha fatto è stato incentrato sul benessere delle persone e sul bene comune. È stato un modello eccezionale per tutti noi” ha affermato il dottor Jürgen Hambrecht, presidente del Consiglio di sorveglianza del Gruppo TRUMPF.