India: la nuova frontiera per i robot industriali

Le vendite di robot industriali in India hanno raggiunto il nuovo record di 3.412 unità installate nel 2017, in aumento del 30% rispetto all’anno precedente. Tra il 2012 e il 2017, l’India ha registrato un tasso di crescita annuale composto delle vendite (CAGR) del 18%. Questi sono i primi risultati del World Robotics Report 2018, pubblicato dalla International Federation of Robotics (IFR).

Suddiviso per industria, il settore automobilistico indiano è il principale sbocco, con una quota del 62% della fornitura totale nel 2017. Le vendite sono aumentate del 27% rispetto all’anno precedente.

“L’industria automobilistica rimarrà il principale motore delle crescenti installazioni di robot in India”, ha detto Junji Tsuda, Presidente della International Federation of Robotics (IFR). “Le case automobilistiche sia locali che internazionali hanno annunciato diversi nuovi progetti, con l’obiettivo di espandere le capacità produttive. Inoltre, gli OEM richiedono sempre più spesso la fornitura di componentistica locale”.

L’industria sta recuperando terreno

Anche altri settori stanno registrando numeri importanti: l’industria della gomma e della plastica, l’industria metallurgica e l’industria elettrica ed elettronica sono cresciute nel 2017 del 46%.

L’industria in generale investirà ulteriormente in capacità produttive e modernizzazione per servire questo mercato in crescita“, ha aggiunto Junji Tsuda. “Si prevede che la crescita delle vendite di robot possa continuare anche negli anni tra il 2018 e il 2021”.

L’India è una delle economie in più forte ascesa tra i mercati emergenti asiatici. Dal 2009, il numero di installazioni di robot è in rapida crescita. Nel 2017, l’India si è classificata al 14° posto per quanto riguarda l’offerta annuale globale, dopo Tailandia e Spagna. Per quanto riguarda lo stock operativo, l’India è tredicesima dopo Canada, Spagna e Singapore.

L’India ha ancora una densità di robot piuttosto bassa: 85 robot industriali per 10.000 dipendenti nell’industria automobilistica, meno di un quarto rispetto all’Indonesia (378 unità) e piuttosto lontano dal valore della Cina (505 unità).

Il grafico mostra il trend della richiesta di robot industriali in India negli ultimi anni