Fino a 33 moduli I/O con un singolo indirizzo IP

Si chiama BEEP (Backplane Ethernet Extension Protocol) un’importante innovazione nel settore della tecnologia fieldbus lanciata da Turck Banner Italia, tra i principali produttori di sensoristica, interfacce, sistemi bus e sicurezza. BEEP consente la connessione di un massimo di 33 moduli I/O in una rete attraverso un singolo indirizzo IP. Indipendentemente dal fatto che si tratti di una rete Profinet, Ethernet/IP o Modbus TCP, in questo tipo di rete BEEP un modulo funge da master mentre un massimo di 32 moduli aggiuntivi agiscono da slave.

“Dopo aver sviluppato la tecnologia di ‘un dispositivo/tre protocolli’, dove i moduli I/O di Turck Banner sono in grado di operare nelle reti Profinet, Ethernet/IP e Modbus TCP riducendo il numero di dispositivi che gli utenti devono mantenere in riserva, presentiamo un’ulteriore innovazione”, annuncia Giuliano Collodel, amministratore delegato di Turck Banner Italia.
Gli utenti hanno così un doppio beneficio: in primo luogo non devono acquistare gateway speciali con cablaggio proprietario per stabilire le sottoreti e ridurre gli indirizzi IP. In secondo luogo, attraverso la riduzione degli indirizzi IP, l’utente può creare reti I/O ad alta densità e collegarle con controllori a basso costo tramite a numero minore di connessioni supportate.