Robot che fanno robot: il nuovo stabilimento ABB in Cina

La Cina rappresenta il più grande mercato del mondo nel settore della robotica. Le previsioni parlano di una ulteriore crescita attesa nei prossimi anni. Anche per questo, ABB ha deciso di investire nel paese asiatico, e in particolare in un nuovo stabilimento di produzione e ricerca di 67.000 m2 a Kangqiao, vicino Shanghai, la cui apertura è prevista per il 2021.

ABB investirà una cifra di circa 150 milioni di dollari nel progetto, che avrà l’obiettivo di essere la fabbrica più avanzata, automatizzata e flessibile nel settore della robotica in tutto il mondo, un centro in cui i robot producono robot. Il centro di ricerca e sviluppo, inoltre, contribuirà ad accelerare le innovazioni nel campo dell’intelligenza artificiale (AI) e fungerà da hub di innovazione aperto nel quale ABB collaborerà strettamente con i suoi clienti per co-sviluppare soluzioni di automazione su misura per le loro esigenze individuali.

Immaginando lo scenario dei prossimi anni, ABB prevede che le vendite globali di robot cresceranno dagli attuali 80 miliardi a 130 miliardi di dollari nel 2025. La Cina è il più grande mercato robotico del mondo; uno su tre robot venduti in tutto il mondo nel 2017 è andato in Cina.

“Il nuovo stabilimento è un’altra pietra miliare nello sviluppo di ABB in Cina e rafforzerà ulteriormente la nostra leadership nel più grande mercato robotico del mondo”, ha detto Peter Voser, Presidente e CEO di ABB. “Dall’annuncio del progetto lo scorso ottobre, abbiamo ricevuto un enorme sostegno da parte del governo locale. Il progetto è stato elencato tra i primi 10 nel quadro dell’iniziativa ‘Manufacturing in Shanghai’ del 2019, un grande onore per ABB”.

Da sinistra, Peter Voser, Chairman e CEO di ABB; Chunyuan Gu, Presidente ABB Asia, Middle East and Africa region; Sami Atiya, Presidente ABB Robotics & Discrete Automation business; James-Gang Li, Lead Business Manager, Robotics and Discrete Automation, ABB China.
Un nuovo ecosistema di produzione

La produzione nella fabbrica altamente automatizzata si baserà su celle di automazione piuttosto che su una linea di assemblaggio fissa, che consentirà ai robot di spostarsi da una stazione all’altra per assicurare una maggiore personalizzazione e una maggiore flessibilità rispetto ai tradizionali sistemi di produzione lineari. I veicoli a guida automatica (AGV) consegneranno le varie parti ai robot di produzione per la lavorazione al momento opportuno mentre le ultime tecnologie collaborative garantiranno che uomini e robot lavorino fianco a fianco in sicurezza, offrendo maggiore flessibilità e agilità ai processi di produzione e combinando i vantaggi dei robot con le capacità uniche delle persone.

La fabbrica sarà un ecosistema di produzione digitale completo, che impiegherà un “gemello digitale” che fornirà a chiunque, da manager e ingegneri a operatori e a team di manutenzione, informazioni su dati e capacità di apprendimento automatico per migliorare le prestazioni e massimizzare la produttività. ABB utilizzerà un sistema basato sull’apprendimento automatico per ispezionare i robot mentre vengono assemblati al fine di garantire i più elevati standard di qualità.

ABB Robotics ha tre stabilimenti in tutto il mondo: il nuovo stabilimento di Shanghai, che sostituirà quello già esistente, supporterà i clienti in Asia. Lo stabilimento di Västerås, in Svezia, fornisce clienti in Europa e lo stabilimento di Auburn Hills nel Michigan supporta le Americhe.