Made in Steel parte veloce

La filiera siderurgica ha voglia di risollevarsi e di lasciarsi alle spalle il calo della produzione e del consumo di acciaio in Italia e in Ue. Lo testimonia il positivo andamento delle vendite degli spazi espositivi di Made in Steel, la principale Conference & Exhibition del Sud Europa dedicata alla filiera siderurgica, che si terrà dal 17 al 19 marzo 2021 a fieramilano Rho.

A poco più di un mese dall’apertura delle registrazioni degli espositori, il trend è in linea con quello registrato la passata edizione e la maggior parte dei player storici ha riconfermato o sta riconfermando la propria partecipazione all’evento. È una tendenza che testimonia il desiderio di ripartenza che la filiera dell’acciaio sta manifestando: gli operatori stanno esprimendo fiducia in una ripresa, attesa nei prossimi mesi.

Un risultato favorevole per Made in Steel, soprattutto se calato nella congiuntura del settore siderurgico, provato dalla crisi economica globale innescata dalla pandemia da Covid-19.

In Italia, nei primi quattro mesi del 2020 il fatturato delle imprese dell’acciaio nazionali realizzato sia sul mercato domestico che quello estero si è ridotto di circa il 26% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La causa è da cercarsi nel calo della domanda di acciaio: il consumo nazionale registrerà, secondo le previsioni, una contrazione del 18% nel 2020, quello in Ue di circa il 16% (World Steel Association). Contrazione che sta provocando, a propria volta, una significativa riduzione della produzione di acciaio.

In questo contesto, “Made in Steel può rappresentare una piattaforma di rilancio per una filiera, quella siderurgica, che possiamo considerare la più martoriata in Europa” dichiara Mauro Franchina, Sales Manager di Made in Steel. “La vera domanda non è “perché partecipare”, ma “perché non partecipare” se tutti crediamo che l’unione faccia davvero la forza, se si considera che la vision di Made in Steel è da sempre quella di supportare la filiera siderurgica”.

Filiera allargata

Made in Steel si terrà per la prima volta nella stessa settimana, e con alcuni giorni di sovrapposizione, con altre due fiere legate alla filiera dell’acciaio: MADE expo, la fiera leader per il settore delle costruzioni e della progettazione, e Transpotec Logitec, la fiera leader nel settore trasporti e logistica.

Una scelta, quella della contemporaneità, che “vorremmo diventasse strutturale” ha detto Franchina. “Desideriamo proporci in veste allargata, per far percepire a tutti i visitatori di trovarsi di fronte a un evento dal respiro internazionale, inteso come un unicum atto a competere davvero con le già sinergiche piattaforme estere” ha spiegato Franchina. “Per realizzarlo, abbiamo scelto di rendere gratuito l’accesso a Made in Steel, previa registrazione”.